Chi siamo

Siamo appassionati fruitori di tutto quello che si gusta camminando seguendo la curiosità dei nostri sensi. Siamo gente che vive la strada per gustare cibo di strada. Food2go nasce dall’amore di cinque amici per il cibo e la musica e dalle ceneri dell’esperienza di un blog (Romeyumood), nato nel 2012 per raccontare come gli artisti del food hanno continuato ad investire nella loro opera nonostante la crisi. Che, detto a modo nostro, oggi si riassume così:

 

Eravamo 5 amici al bar.

O meglio, in una pizzeria.

Pizza al taglio, nello specifico.

E non volevamo cambiare il mondo. Stavamo assaggiando, se possibile, il miglior supplì mai mangiato prima. Di quelli unti al punto giusto, il riso attaccato quanto basta per dare una soddisfazione incredibile al morso, avvolto da un sugo portatore sano di ore e ore di cottura. E, come ogni pazzo che si rispetti, avevamo la nostra musica in testa e un doppio passo da improvvisare masticando.

(La Didi Rossa)

 

Si dice che le radici siano importanti. Tuttavia, gli umani hanno le gambe. E le gambe sono fatte per andare altrove.

Mi conforta la scoperta che il cibo unisce più che dividere, che un buon piatto è capace di creare ricordi e raccordi. Che il buono può essere ancora più buono se dietro c’è una passione. E che la passione è nelle mani di chi crea e nella bocca di chi assaggia.

Noi ci mettiamo una goccia di curiosità, una presa di entusiasmo, un filo di determinazione e una canzone di sottofondo, che non guasta mai.

Ah, a proposito, io “altrove” ci vivo, ci parlo e ci ascolto. E, nei momenti di indecisione, felicemente assaggio.

(Dora la Verde)

 

“Dai suoni della mozzarella odo le vibrazioni di aromi suadenti,

mi solleticano il palato,

in chiave di basso il letto infarinato,

l’ho amato, l’ho assaggiato, l’ho udito e l’ho gustato”.

(Riccardo Del Viola)

 

“Conoscere i luoghi, vicino o lontani, non vale la pena, non è che teoria; saper dove meglio si spini la birra, è pratica vera, è geografia.” (Goethe)

Cosa c’è di meglio di un sorso dissetante di birra, dell’andare in giro alla scoperta di prodotti artigianali brassicoli o del farsi quattro risate in compagnia di una bella bionda? Una buona birra è una buona amica. Deve darti qualcosa, deve saper suscitare emozioni… e noi in questa ricerca ci mettiamo la faccia (ANZI LA BOCCA!), col desiderio di trasmettervi la passione che ci contraddistingue.

Quello che faccio con il birrifio La Dama è dar voce al richiamo del malto e del luppolo che rappresentano i più bei momenti di aggregazione e di festa. Se “In vino veritas”, “In birra bevilas”… senza troppi pensieri.

(David in Giallo)

 

Esplorare: dal latino explorare, cercare di conoscere, scoprire…

E’ questo che faccio ogni volta che esco fuori di casa, a Roma, in un borgo sconosciuto di una cittadina medievale o in una grande metropoli di questa casa chiamata Terra…Mi piace camminare ed osservare, perchè da studente di architettura ho capito che dall’osservazione si possono capire tante cose ed ecco il mio compagno di viaggio: il cibo da strada che mi permette di non fermarmi o se lo voglio, di fermarmi nei posti che più mi piacciono. 

Ogni volta è una scoperta. Capire cosa c’è dietro quello che mangiamo ci aiuta a capire la ricerca e la passione che hanno le persone intorno a noi ed è affascinante ascoltare la storia di ogni artigiano che ci regala un pezzo della propria arte e del proprio tempo…chi trova un panino trova un tesoro!

(Jack Ambrato)

 

Vago tra i monti del centro Italia assaporando la bellezza della natura….come potermi rifiutare di conoscere anche il frutto del sapiente lavoro culinario di questi splendidi luoghi? Gli occhi si illuminano, le mani si tendono e i denti affondano nella più piacevole delle sorprese…un buon panino con la porchetta al chiosco del paese! Dopo una lunga e stancante camminata…la soddisfazione pervade il corpo.

(Sara Violet)

 

Chi Eravamo (hanno mangiato lungo un pezzo di strada con noi):

 

“You can’t buy happiness. But you can buy ice cream, and it’s kind of the same thing”.

E se non vi piace il gelato, comprate un supplì, un filetto di baccalà, un cornetto, e sarà sempre un morso di felicità.

Assaporiamo gesti, percorriamo racconti, ascoltiamo sapori. E continuiamo ad andare, con le orecchie sazie, masticando canzoni e fiutando la prossima fermata.
Un assaggio, due passi di danza, e si riprende il cammino.

(Petunia diversamente Blu)

 

Thanxs: Antonio Scuotto che ci ha aiutato a trasformare un’avventura in un nuovo viaggio.