Città della Pizza, Guido Reni District – Roma

Category: Eventi Tags: , , , ,

Amici di Food2go, oggi ci troviamo all’evento: “La Città della Pizza”, presso il “Guido Reni District”.

Un esempio di riqualificazione urbana che convive nel quartiere Flaminio insieme ad altri esempi di architettura contemporanea quali il MAXXI di Zaha Adid e l’Auditorium – Parco della Musica di Renzo Piano.

L’evento si prospetta bello grosso e allora abbiamo mobilitato i pezzi grossi della nostra compagnia infatti con me c’è anche Riccardo Del Viola perchè stasera ci sarà molto da gustare e da conoscere.

Mentre ci avviciniamo notiamo che c’è già un notevole afflusso di gente e questo intorno alle 19:30, immaginiamo ci sarà molta più gente in un paio d’ore.

Entriamo nella parte esterna dell’ex-caserma ristrutturata e ci accorgiamo che oltre a tanto da assaggiare, c’è anche tanto da aspettare sottoforma di fila per accedere alla cassa dove vengono consegnate o ricaricate le card da cui viene scalato il credito agli stands.

Dopo 40 minuti abbondanti arriviamo alla cassa, la ricarichiamo velocemente e passiamo alla perlustrazione.

L’ex caserma è divisa in 2 ambienti molto ampi e visitandola in senso longitudinale abbiamo le postazioni pizza sulla sinistra, con in alto le foto dei pizzaioli e i loro nomi, al centro ci sono invece 2 postazioni riservate alla birra artigianale – in questo caso Baladin – e sul lato destro abbiamo gli stand dei produttori degli ingredienti per produrre la pizza.

Facciamo un breve giro e ci rendiamo conto che il flusso di persone è già alto e l’idea di mettere in alto foto e nome dei pizzaioli è ottima infatti gli stand sono già affollati ed è praticamente impossibile vederli oltre il muro umano in fila per mangiare. Con una rapida occhiata vediamo che ci sono i grandi nomi della pizzeria italiana, da Pierluigi Roscioli dell’Antico Forno Roscioli a Roma a Salvatore Gatta di Pizzeria Fandango a Potenza, per passare da Gino Sorbillo di Pizzerie Sorbillo a Napoli o anche 2 dei rappresentanti della pizza a Roma, Gabriele Bonci di Pizzarium e Mirko Rizzo di Pizzeria Pommidoro.

Opto per Pizzeria Pommidoro che propone pizza al taglio alla carbonara fatta con mozzarella, guanciale del Lazio, crema inglese al pecorino, parmigiano, pecorino e pepe nere, con una crosta inferiore fine e croccante e una giusta consistenza data dalla lunga lievitazione, complimenti!

[masterslider id=”357″]

Ric invece propende per una “Margherita Enjoy” ideata da Luca Belliscioni di “Grecco Enjoy” a Roma, fatta con farina di grano tenero 0, di tipo 2, di farro, pomodori pelati, mozzarella di bufala DOP, olio EVO aromatizzato al basilico e pecorino, io e Ric ci scambiamo un pezzo ciascuno e devo dire che anche la sua pizza è ottima, con una consistenza dell’impasto leggermente maggiore rispetto alla mia.

Per essere davvero a posto però bisogna accompagnare questa ottima pizza con una buona birra artigianale allora ci dirigiamo verso uno dei due stand di Baladin e ci facciamo descrivere dal publican le birre che hanno portato stasera. Io da buon ambrato mi faccio spillare una Amber, così accompagno le note dei cereali della mia pizza a quelli della mia birra che è anche mediamente alcolica (7,5%), Ric si decide per una White, interpretazione di Baladin delle birre di frumento, comunque una birra abbastanza delicata con note di agrumi meno alcolica della mia (5%).

Ci avviamo verso la parte esterna della caserma dove notiamo con piacere che i tavoli sono tutti pieni e i bambini si divertono a giocare a pallone, segno che la qualità dei prodotti presenti ha richiamato molte persone, famiglie comprese.

Qualche considerazione finale, possiamo dire che l’evento è riuscito molto bene, la location è quella giusta dati i grossi numeri e anche la qualità dei prodotti è molto alta, non si rimaneva schiacciati come ci è capitato in altre occasioni, anzi è stato piacevole vedere tanta gente con un sorriso sulle labbra perchè soddisfatta dalla bontà delle pizze.

Mi permetto di fare un appello alle istituzioni per riqualificare o permettere ad altri di riqualificare bellissimi posti come l’ex caserma Guido Reni su tutto il territorio; che possano diventare luoghi di aggregazione sociale come successo questa sera.

Un saluto a tutti gli appassionati come noi di Food2go, a presto!

Giò l’ambrato