Edible Strange Stories Vol.1

Category: Food Highway Tags: , , , ,

E come se fossero immagini inserite lungo un pentagramma invisibile. La chiave di basso è un gioco al rialzo. Noi vi prendiamo per la gola, per la musica, per i sensi senza senso.

                                                                                              Hostel

Si cambia stile. Il giubotto era simpatico come una canzone di Dente. L’autunno non era nei colori, respirava attraverso i miei occhi bruniti di castano. Seguendo il sentiero della musica udii un lieve passo di pioggia tintinnare appuntito alle spalle. L’oste versava i suoi malumori nel boccale, avrei dovuto accorgermi che il tempo stava peggiorando. L’acqua caduca e il giubbotto gocciolante; i suoi sorrisi rossi di vino. Oste versami dell’altro umore che oggi sono vuoto da riempire, cielo scomparso di nubi. Tutte le cose, gli accadimenti, hanno preso la fragranza del legno, del fuoco e sanno di alcol; mi rincuorano e si asciugano le stanchezze.

Riccardo Pellegrini

                                                                                         Notti Bianche

Stava dentro il timbro di una canzone di Patty Pravo e l’eco indistinto di un verso antico. Il profumo di lavanda evocava la riunione conciliante con una vasca d’acqua bollente. La schiuma di maglioni bianchi montata a neve, un panneggio sinuoso sul parquet, sul letto e sotto le zampe del gatto. C’erano innumerevoli orologi intorno. I rintocchi prostrati dalla languida bellezza scandivano i sensi nell’aria densa e vaporosa. L’ape ha fame.

Riccardo Pellegrini

I WANT YOU: Ora tocca a voi scrivere dei brevi racconti surreali che abbiano come tema o sfondo il cibo e la musica. Scriveteci il messaggio con il testo sulla nostra pagina facebook. Prorogato fino a fine Ottobre.