Inaugurazione Osteria Birra del borgo, noi c’eravamo!!

Category: Eventi Tags: , , , , ,

Oggi vi raccontiamo dell’ inaugurazione di un nuovo tempio del buon cibo e della buona birra a Roma, in via Silla 26, in vista del “cuppolone” più famoso al mondo, l’Osteria di Birra del borgo.

I vostri Giò e Riccardo non potevano mancare a questo evento e inforcati i cappellini nuovi di zecca con il logo di Food2go.it ci avventuriamo in quello che crediamo diventerà un nuovo punto di riferimento dell’intero quartiere (se non dell’intera città) per gli amanti del cibo di qualità e della birra artigianale.

Abbiamo qualche difficoltà ad identificare il locale data la mancanza di una vera e propria insegna, ma il logo di birra del borgo su una finestra e la presenza di 2 uomini della sicurezza ci aiutano ad individuarlo e allora entriamo. Siamo subito catturati da un’ampia vetrina sulla sinistra che contiene delle anfore con dei coperchi in acciaio utilizzate per l’affinamento della birra e l’enorme lavagna su cui è descritto tutto il procedimento della birrificazione (potete ritrovare il video della nostra visita sulla nostra pagina facebook).

Saliamo pochi scalini e siamo all’interno dell’osteria vera e propria anche se è reinterpretata in chiave moderna, data la “pulizia” dell’arredamento e la scelta del colore nero per le pareti oltre ai numerosi punti luce raccolti in ovali di legno sul soffitto.

Nella prima parte troviamo un’ampia cucina a vista in cui numerosi addetti stanno impastando la pizza, operazione quasi ipnotica per noi spettatori, altri stanno stendendo la pasta fresca e altri ancora preparano le polpettine (e il nostro stomaco già si fa sentire).

Opposto alla cucina a vista c’è un piccolo spazio merchandising con magliette borse e gadget vari, la vetrina con le birre del borgo in bottiglia in vendita e il bancone dedicato ai cocktails con i bartender pronti ad esaudire ogni nostra e vostra richiesta dai più classici alle ultime tendenze della miscelazione. Per l’evento è presente anche Alessandro Procoli, famoso bartender, socio del “The Jerry Thomas Project” e volto del programma televisivo “Bartendercy”.

Ancora qualche passo e troviamo la vera anima di questo locale, l’impianto per la produzione di birra a vista sulla destra davanti al quale è stata piazzata la postazione dj, ospite d’eccezione Luciano Levrone in arte Luzy L (Torretta Style vi dice niente ?).  Al centro  del locale ecco l’enorme impianto di spillatura con addirittura 24 spine classiche e 4 a pompa delle quali solo 10 attive per la serata ma sufficienti a dissetare un intero esercito.

Birra del borgo è una realtà brassicola ormai ben conosciuta e radicata e questa sera la loro linea produttiva è ben rappresentata dalle 10 birre nella tap list tra cui ricordiamo la Reale extra, la Keto, la Enkir, la 25dodici e così via.

Dietro il bancone dedicato alla birra troviamo la parte dedicata ai tavoli dove il legno intorno a noi ci riporta all’idea di osteria, controbilanciata da grandi vetrate apribili in stile industriale, molto apprezzate dal sottoscritto.

Mentre giriamo nel locale e assaggiamo qualche birra, cominciano ad apparire le prime teglie di pizza supervisionata da Gabriele Bonci, star della pizza a Roma, anche lui presente per l’evento.

La cosa curiosa è che le teglie sono nere e i muri sono neri quindi quando il cameriere le porta in alto per difenderle da eventuali scossoni, i 2 neri si fondono e la pizza sembra fluttuare sopra la folla, ma si sa, la pizza di Bonci è leggerissima!

Cominciamo ad assaggiare: pizza rossa, margherita, con le patate, ripiena alle cicorie e ripiena alla mortadella, tutte buonissime come ormai siamo abituati quando si tratta della pizza Bonciana…una menzione alle polpettine al sugo servite su fette di pane, celestiali, per i pochi fortunati come noi che sono riusciti ad assaggiarle s’intende!

Sono passate circa un paio d’ore e il locale comincia a riempirsi seriamente, noi continuiamo a girare il locale raccogliendo impressioni e chiacchierando con le persone incuriosite dal nostro cappellino complice la birra che scorre senza interruzioni. Ed è qui che l’anima di questa osteria viene fuori, è sì un locale ricercato, a tratti anche elegante ma è al tempo stesso informale quindi è possibile fare amicizia, stare insieme e scambiarsi opinioni; in teoria si potrebbe anche fare una tavolata unica mettendo in fila tutti i tavoli per brindare insieme.

Stiamo per andare via, ci soffermiamo un attimo all’ingresso per una panoramica della situazione d’insieme e, a parte qualche spintone di troppo per accaparrarsi la pizza, gli sguardi soddisfatti e i sorrisi degli astanti ci confermano che la serata è riuscita e questo locale ha un gran futuro davanti a sé.

A questo punto andiamo via e capiamo che la scelta di mettere la security è stata azzeccata, c’è ancora tantissima gente che vuole entrare.

In conclusione l’esperienza è stata molto positiva e contiamo di tornare presto all’Osteria di Birra del borgo per un altro giro di pizza o uno (o più di uno) di birra, cogliamo l’occasione per fare i nostri complimenti agli organizzatori.

E’ tutto dall’inaugurazione dell’Osteria di Birra del borgo a Roma, ciao a tutti da Giò l’ambrato!

P.S. Speriamo che Gabriele Bonci non abbia buttato i nostri bigliettini da visita, perchè abbiamo intenzione di andarlo a trovare molto presto!