Kebab: Che cos’è? Come cucinarlo?

Category: Food Highway Tags: , , ,

Amato, odiato, di pollo, di tacchino, misto. Non esiste città europea dove non si veda passeggiare qualcuno con la piadina arrotolata su se stessa, il kebab, appunto. Ma che tipo di carne avvolge veramente?

Wikipedia ci ricorda come la parola “kebab” in arabo significhi “carne arrostita”. Nelle nostre città i cosiddetti “kebabbari” sono dappertutto e ciascuno ha le sue tipicità nei condimenti e nelle salse, ad esempio.

Su La7 alla trasmissione Di Martedì condotta da Giovanni Floris se n’è parlato:


Questo servizio ci offre delle linee guida generali per riconoscere un sano kebab da quello prodotto industrialmente.

Ognuno è libero di dare sfogo alla propria “fame improvvisa” come vuole, magari con un prodotto pieno di esaltatori del sapore e senza badare ai problemi di salute. L’importante è esserne consapevoli e accettarne le conseguenze (insomma poi non lamentatevi dei bruciori di stomaco). Guardate quest’altro servizio oppure il video girato dall’inviata della trasmissione ” La Gabbia”.  Anche in questo caso troviamo degli utili accorgimenti per capire come distinguere un kebab di buona qualità da uno di bassa qualità.

Se volete andare sul sicuro potete preparare il vostro kebab anche in casa. Facendo una ricerca sul web
abbiamo notato che esistono approcci e punti di vista assai diversi; eccovene un paio.
Il primo è tratto da Benessere a tutto net:

Noterete come rispetto alla versione street food si possa usare carne di maiale mentre in quest’altra ricetta tratta da i love cooking 2015:

https://youtu.be/R1PdggbojNA

Carlita dolce (blogger) ci propone una sua versione light davvero interessante:

Non ci resta che chiedervi se adesso il mondo “kebab” sia più chiaro pur mantenendo quel fascino mediorientale e speziato che tanto amiamo.