Le vie del caffè tra Pantheon e Piazza Navona passando per Zazà

Visitato 137 volte, 1 Visite oggi

Piazza di Sant'Eustachio, Roma, RM, Italia

Guarda sulla Mappa

Chi ama il caffè in tutte le sue declinazioni non può che leggere con retrogusto arabico questo itinerario imprescindibile.

Vota la tua esperienza1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...

Siamo nel cuore della città Eterna. Sant’Eustachio prima di essere caffè-torrefazione è un punto di riferimento per tutti i romani ed i turisti che visitano i dintorni del Pantheon e di Piazza Navona; magari prima di far visita a Caravaggio a S. Luigi dei Francesi.

La cremina di questo caffè nasce da una sapienza antica. Che lo prendiate zuccherato o amaro (esplicitare al barista) la cremosità distingue questo caffè da tutte le imitazioni. Gli interni del locale sono gli stessi dall’anno di fondazione (1938) e vi assicuriamo che anche gli aromi sono rimasti intatti; è un caffè da meditazione ed evoca sicuramente una passione di altri tempi.  Volendo potrete accomodarvi ai tavolini su strada o ammirare l’antistante basilica di Sant’Eustachio.

Dalla sommità della basilica il cervo bianco vi osserverà mentre starete schioccando la lingua ancora calda di caffè. E ora guardatevi bene intorno perchè dovete memorizzare aromi, basiliche e passanti coreografici ma soprattutto dovrete memorizzare Zazà; perchè quando è ora di pranzo, il sapore del caffè è ormai scemato e le sensazioni di fame amplificate dalle ore di cammino… sarà qui che tornerete. La pizza ha una lunga lievitazione fino a 60 ore e la fragranza morbida e leggera. Inoltre trattasi di una pizza priva di grassi animali e a basso contenuto calorico.

Zazà propone anche dei corsi per diventare abili pizzaioli e se il buongiorno si vede dal mattino, diverette formidabili come le loro pizze. La bufala e pachino è straordinaria, abbiamo assaggiato anche la classica pomodoro e mozzarella e l’originale al tartufo. La pizza con i pomodori secchi e quella con la spianata ci hanno convinto definitivamente a consigliarvi una sosta lenitiva che placherà i morsi della fame con qualità e digeribilità. Anche qui troverete dei tavolini per ristorarvi magari assaggiando una birra artigianale. Se è una giornata di quelle calde e luminose rischiarate dagli abbacinanti marmi, toglietevi le scarpe e lasciate che i sanpietrini bollenti vi porgano le loro asperità ingentilite dal passaggio continuo; voi non sarete i primi non sarete gli ultimi.

Perchè ? ma come perchè ? state andando ad assaggiare il caffè della Tazza D’oro a pochi metri dal Pantheon.

Dovrete andarci scalzi, la riunione con la terra vi farà apprezzare di più un caffè raccolto da mani nodose e forti. Intenso l’aroma, il bancone lungo, sempre affollato. Bicchiere d’acqua e poi caffè espresso nella tazzina di ceramica bollente. Ecco ora siete pronti per esplorare i vicoli a casaccio. Caffè-pizza-Caffè sarà la formula vincente, qualsiasi sia la direzione intrapresa. Abbiniamo musicalmente a questo splendido itinerario Punk Lullaby dei nostrani The Zen Circus & Brian Ritchie; poichè vogliamo farvi degustare tutto il meglio del Bel Paese anche, se non soprattutto, attraverso note piene e lisce che vanno ad accarezzare le vostre orecchie e le ruvide pietre del Pantheon.

Assaggiate: Le declinazioni di caffè, l’edera rampicante sui muri antichi e la pizza con i pomodori secchi!!!

It was finally about time to get to the inescapable reality: talking about Italy is vain if we don’t talk about coffee. Because people request so. And because we’d love to. How can we passing by ignoring that heavenly aroma coming out from any kind of snack bar, from the shabby suburbs ones to the most elegant, history-packed, artistic venue cafeteria in the very center? Strictly speaking, caffè is far from being a take-away drink and it should not find its space on these pages, still, swallowing down your tazzina of espresso is 1- as satisfying as food, 2- as fast as a proper informal, eat-it-standing-up meal. And, anyway, as you will see, we are not dealing with coffee alone (isn’t this blog about pizza and co., in the end?). And so here we are. Rome has loads of superstar tazzine di caffè to offer, and loads are the cafeterias that you will easily find mentioned in guide books.

Our suggestions are personal, but we assure you, they are the result of years of experience, with a pinch of genuine Roman pride. Welcome to Sant’Eustachio, then. This is more than a coffee house-coffee shop; it’s rather THE temple of coffee in Rome, a meeting point for locals and tourists, for the busy business man to the lazy old lady. Sant’Eustachio selects and toasts its beans and can offer a wide variety of different aromas, so please choose accordingly. And don’t forget to reply to the barista, when he’ll ask “amaro o zuccherato”?

Sip your nectar and look in front of you, the Basilica di Sant’Eustachio is just in front of you. Or would you maybe head to San Luigi dei Francesi, to admire Caravaggio’s masterpieces?

Need another coffee, after lunch? Well, italians do. Down to the Pantheon, take the small sidestreet on the right, and Tazza D’Oro, the 2nd temple of espresso in Rome, is just there. It’s true, you’ll be punched and pushed away by hordes of tourists and customers, but believe us, it’s just worthy! Caffè-pizza-caffè: the best itinerary to see the side of Rome you don’t expect.

The perfect soundtrack: double soundtrack for the double pleasure pizza/caffè: italian Zen Circus with Brian Ritchie in Punk Lullaby

Highlights: coffee and pizza with sundried tomatoes!

Related Listings

Aggiungi una recensione

Rate this by clicking a star below: