Uno GNAM street food festival davvero ben riuscito!

Category: Eventi Tags: , ,

Finalmente uno street food festival all’insegna della varietà.

Si è concluso da poco lo GNAM European Street Food Festival, dove finalmente è stato offerto al pubblico un panorama di street food che ha coperto le tipicità di quasi tutta Italia, nonché gli assaggi delle più note cucine internazionali.

Splendida e appropriata la location, stiamo parlando di Viale Oceania in prossimità del laghetto in zona EUR, dove i food truck hanno potuto snodarsi ampiamente lungo il viale che costeggia il prato collinare sulle sponde del lago, offrendo così al pubblico un fresco luogo dove consumare il loro street food. In alternativa, era possibile effettuare una piacevole passeggiata per ammirare i coreografici food truck. Insomma, la location perfetta per evitare code, affollamenti e malumori. Un piacevole sole di maggio ha fatto tutto il resto, ricordandoci che è stata calzante la scelta del periodo, evitando l’imminente e nota calura dell’estate romana. Ma veniamo al sodo: il cibo. Ottimo, vario, non scontato. Dopo aver girato diversi street food festival a Roma, possiamo dire che eravamo lievemente annoiati all’idea di ritrovare sempre gli stessi truck, quasi ad ipotizzare l’avvento di un monopolio che stesse cominciando a prendere piega.

Il pubblico ha invece avuto la possibilità di confrontarsi con la scena gastronomica da strada di quasi tutta Italia dal centro al sud: Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia, Sicilia e mi sa che le abbiamo dette tutte! La qualità del cibo proposto era davvero alta e, anche se ovvie ragioni ci hanno impedito (nostro malgrado!) ad assaggiare tutto ma davvero tutto, possiamo dire che occhi e naso sono stati validi sostituti dell’attestazione di qualità.

Mini hamburger gourmet, tielle, piadine, mini pastiere, sfogliatelle, cannoli siciliani, tiramisù, brioche con gelato, arrosticini, cartocci di fritti, pasticciotti pugliesi, pizzette, tapas, churros, specialità greche, brasiliani, tapas, burritos, wurstel, krapfen… al solo ricordo, ci viene di nuovo l’acquolina in bocca!

Ci siamo soffermati sul cartoccio di olive ascolane di Migliori che proponeva varianti al tartufo, vegane e dolci. Oppure sulla frittura perfettamente equilibrata di fish’n’chips presso The Fisherman Burger, gustata accanto ad un coreografico truck tutto da contemplare sugli sgabelli da loro messi a disposizione. Infine, come non essere attirati dalla simpatia del nome e del personale delle Zoccolette del Pigneto, una frittura delicatissima costituita da un impasto artigianale rivisitato e servito con una varietà di salse dolci e salate, tutte rigorosamente fatte a mano, alcune con sapori internazionali, altre dagli abbinamenti intriganti, come le zoccolette con miele, formaggio e rucola che abbiamo assaggiato noi. E ancora ce le ricordiamo!

La qualità si paga. É vero, abbiamo fatto un rapido calcolo immaginando un pasto medio fatto di 2-3 street food differenti (le porzioni erano adeguate ad 1 persona) e 1 birra e ci attestiamo su una cifra tra le 20 e le 25 euro. Tutto sommato si tratta di quello che si spenderebbe per una cena fuori di buon livello, come altrettanto buono è stato quello degli street food proposti. Per cui non resta che lasciarvi l’elenco di cosa vi siete persi in questa edizione, perchè potreste andare a cercarlo in giro per Roma e per l’Italia. Ma, soprattutto, per darvi un promemoria senza-via-di-scampo per non perdervi l’edizione del 2018!

Baobab Street Food Catering

Churritos

L’apeperita

Ape Sfamamy

Ape Carbonara

L’Apulia

Mr Doyle

La Kraffetteria

Tiella e Panzerotti

Manolo Street Food Argentino

Pirate On The Road

La posada latina

Cibando

[masterslider id=”362″]

 

[masterslider id=”363″]